Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘Multimedia’ Category

SOVRACOPERTA RADIO EDUCATION.eps

Appassionati di mezzi di comunicazione (soprattutto radio e internet) e curiosi e/o cultori della media education segnalo un libro appena uscito nelle librerie. Nessun autore di professione, nessun accademico “pancione buontempone”… Tiziana Cavallo e altri giovani autori che parlano della loro grande e unica esperienza: Fuori Aula Network, la web radio dell’Università di Verona, raccontata da chi l’ha vista nascere, crescere ed evolversi e per lasciare una traccia oltre che un testimone a chi verrà dopo.

Titolo: Radio Education. Chase history di una Radio universitaria: l’esperienza di Fuori Aula Network
Collana: Media-Media e web communications
Anno: 2009
Pagine: 194
Formato: 15,5×23
Copertina: morbida
Editore: Fausto Lupetti Editore
Isbn 978-88-95962-34-4

Annunci

Read Full Post »

Michele SantoroIl terremoto, le frasi (vergognose e imbarazzanti) di Berlusconi, il caso Santoro e la cacciata di Vauro. Mi sono perso troppe cose… Alcune per scelta, altre per necessità… Commentare il terremoto mi sembrava inopportuno… Sotto certi aspetti mi sentivo come quei “giornalisti” che entrano nelle tende a chiedere “Ha freddo la notte?” o “Com’è dormire sulle brandine?”… Poi ci pensano le frasi del premier a fare sentire tutti migliori e più intelligenti (rispetto a lui ovviamente) ma che diffondono un senso di vergogna degli italiani che vengono derisi da tutta Europa, come riportano le più importanti testate europee… Prima le frasi ai terremotati senza casa “Andrete al mare a spese degli italiani”, poi rivolgendosi a un bambino “Dì alla mamma di portarti al mare…” e per finire ad una signora che presentava un viso abbronzato ha suggerito “Signora, mi raccomando, si ricordi la crema solare”… Un profondo orrore, una vergogna totale… Non bastasse ha rilasciato dichiarazioni anche a testate internazionali… Come molti di voi ormai sapranno… E chi non lo sa può cliccare qui per un pezzo del The Guardian… Altri video invece si trovano per la Rete… (altro…)

Read Full Post »

05112008123442Barack Obama è l’uomo nuovo. Il mondo cambiò già quando le elezioni presidenziali statunitensi vennero vinte con grande vantaggio dal candidato democratico. Un uomo nero, uno di quei figli che Martin Luther King sognava viventi in un mondo nel quale la differenza tra bianchi e neri non esistessero. Il razzismo non è scomparso, né negli USA né nel mondo però è un grande segno che il mondo sta cambiando. Un uomo osannato da più parti. Non so se davvero sarà l’uomo della storia, in qualche modo lui è già entrato nei libri del futuro: il primo uomo di colore entrato alla Casa Bianca. L’uomo più potente del pianeta (così viene definito da tutti il Presidente degli Stati Uniti) è un afroamericano. (altro…)

Read Full Post »

Mixer riadiofonicoCon questo post volevo informare i miei lettori che i prossimi post ospiteranno anche contributi di carattere multimediale… Tutto per la vostra gioia… Ritornate a leggere qui e scrivetemi se avete preferenze di come impostare queste novità mediatiche…

Read Full Post »

Ragazzi questo è un annuncio, una richiesta… Come saprete, voi che ogni tanto dedicate un minuto del vostro tempo al mio blog che si aggiorna a “spizzichi e mozzecchi”, sono più o meno appassionato di temi di attualità, politica e economia (anche se di questa capisco poco). Beh in ogni caso in questi giorni sono a Trento (in realtà ci sono sempre visto che ci vivo) al Festival dell’Economia, giunto alla terza edizione… Che ci faccio? Faccio (o meglio facciamo visto che sono con alcuni miei colleghi di White) interviste da mettere in podcasting e aggiorno il blog di Per il mio futuro. I podcast potete ascoltarli sempre dal blog oppure abbonarvi ad iTunes e poter effettuare il download automatico dei contenuti; o ancora cliccare qui sotto…

rss_big1

Insomma le possibilità di ascoltarci sono tante…. Ora non vi resta che cliccare, tendere le orecchie e godervi i contributi dal Festival dell’Economia di Trento.

Read Full Post »

pinocchio.gifQualche tempo fa ero a Verona, ormai la mia seconda città… Avevo appena consegnato la tesi in segreteria, mangiato un kebab e deciso di andare alla Fnac per vedere che c’era di interessante tra computer, libri e dischi… Ho come sempre comprato qualche libro (l’editoria italiana mi ringrazierà un giorno per il mio feticismo librario)… Per restare sul leggero mi sono dato alla filosofia: il Gorgia di Platone e poi con un salto temporale-siderale Tommaso Moro (o Thomas Moore per i puristi) con l’Utopia… Roba che si legge facilmente… Poi sono passato al reparto musica e mi sono illuminato quando ho visto Cat Stevens (per il sito ufficiale vedi qui) con un The very best of… Era da un po’ che volevo prendermi qualcosa di questo grande autore (nato con il nome di Stephen Demetre Georgiou a Londra il 21 luglio 1948 e che dopo essersi convertito alla religione musulmana ha preso il nome di Yusuf Islam)… Appena arrivato a casa ho scartato il cd, l’ho messo nel lettore e mi sono fasciato le orecchie con le mie mitiche cuffie… Sono partito dalla prima traccia della raccolta ma già la track numero due era Father & son, il suo capolavoro…

(altro…)

Read Full Post »

Da quanto che non scrivo… L’ultimo mio post è del 28 settembre… Il mio ultimo commento del 1 ottobre… Ottobre 2007 posso dire di essermelo preso tutto per me… Come una cosa personale…. Non ho escluso dai miei pensieri solo il mio blog e chi lo legge (ringrazio chi una capatina l’ha sempre fatta) ma ho tenuto fuori l’intera Rete dalla mia vita per oltre 40 giorni: un record di assenza da Internet secondo solo al periodo pre ’99, cioè quando il web non era affar mio, quando non era ancora entrato in casa mia… Questa è una cosa curiosa visto che la mia tesi di laurea specialistica è stata proprio sulle webradio… Sarà forse perché per 12 mesi ho avuto a che fare con argomenti che riguardavano Internet, software, la Rete, il concetto di network e la comunicazione orizzontale punto a punto che non ho sentito l’esigenza (come invece sentivo forte prima) di scrivere? Questo ha sicuramente influito (anche se va ammesso che il web è talmente interessante che presenta molte distrazioni, come i miei contatti messenger, i blog dei miei amici e di personalità illustri, le mille informazioni che si possono trovare, le radio on line “l’orecchio di Internet, che ho preferito starne lontano fino a che il mio compito da studente non fosse terminato) ma non voglio dimenticare il penultimo post che ho scritto che si intitolava La stufitudine quotidiana. Perché era un momento nel quale non ero incazzato o polemico… Ero stomacato… L’esigenza primaria che sentivo non era quella di scrivere ma di vomitare… Alcuni di voi mi conoscono personalmente, tantissimi altri invece solo attraverso questo blog: comunque per chi ancora non lo avesse capito io sono un tipo piuttosto diretto… Che spesso (leggi sempre) quando parla usa terminologie molto più forti di quelle che si trovano qui su questo blog… Questo vuol dire che quando uso il termine vomitare intendo nausea, schifo, ribrezzo e quasi rassegnazione per quello che accade intorno a noi… (altro…)

Read Full Post »